Archivio Sistemi Operativi/Easy Peasy

Da Wiki-itsos.

Luca Orlandi

{{#if:

|

[[{{{immagine}}}|240px]]

| |}}

Informazioni Personali

Data di nascita 04/09/1998
Classe 4A Info

{{#if: | {{#if: | {{#if: |

Contatti

Facebook{{{facebook}}}
Twitter{{{twitter}}}
Google+{{{google}}}

|

Contatti

Facebook{{{facebook}}}
Twitter{{{twitter}}}

}} | {{#if: |

Contatti

Facebook{{{facebook}}}
Google+{{{google}}}

|

Contatti

Facebook{{{facebook}}}

}} }} | {{#if: | {{#if: |

Contatti

Twitter{{{twitter}}}
Google+{{{google}}}

|

Contatti

Twitter{{{twitter}}}

}} | {{#if: |

Contatti

Google+{{{google}}}

| }} }} }}

Descrizione OS

Presentazione

Easy Peasy è una distribuzione Linux basata su Ubuntu ottimizzata per l'utilizzo sui netbook: utilizza l'interfaccia Ubuntu Netbook Edition, e per certe funzionalità i curatori hanno predisposto software "chiuso" al posto di alternative open source (ad es. Skype invece di Ekiga), quando ritenevano il software chiuso migliore. "Easy Peasy" è un modo di dire che si riferisce ad un risultato facile da ottenere. La versione testata è la 32bit, dal momento che non esiste una versione a 64bit

Requisiti di Sistema

Installazione

  • Una volta avviata la macchina ci troviamo su una versione live del sistema operativo che ci consente di provarlo, clicchiamo su Install Easy Peasy 1.6

Easy Peasy 1.png

  • Una volta avviata l'installazione continuiamo come su una qualsiasi distro basata su Ubuntu, fino ad arrivare qui, dove clicchiamo Cancella e usa l'intero disco

Easy Peasy 2.png

Configurazione

  • Impostiamo a nostro piacimento questa e le altre pagine di configurazione del sistema

Easy Peasy 3.png

  • Partirà un caricamento, al termine del quale verremo portati sulla scrivania, con il consiglio di riavviare, noi spegniamo la macchina, smontiamo il disco virtuale, e riavviamo la macchina, una volta installate le Guest Additions, avremmo un risultato simile a questo

Easy peasy 4.png

Considerazioni Finali

Easy Peasy è un sistema molto facile da utilizzare e ottimo per riportare in vita vecchi portatili ormai defunti, dal momento che garantisce ottime prestazioni anche su sistemi datati e un basso consumo energetico, la base è quella di un sistema Ubuntu, per la precisione una 10.04.4, quindi nulla da ridire, la UI è molto intuitiva, forse un po' datata e da rimodernare, però è ottima per l'utente finale, che ha bisogno di semplicità, e non di una grafica mozzafiato, sistema quindi promosso a pieni voti.