Samba Server - SuppaMan

Da Wiki-itsos.

In questa guida useremo macchine virtuali con sistema operativo Ubuntu Server 14. Per eseguire questa guida con macchine reali alcuni passaggio potrebbero essere eseguiti diversamente o non eseguiti.

IMPORTANTE: Se l'esperienza è eseguita su macchine virtuali ricordarsi di modificare l'impostazione della scheda di rete come "scheda bridge".

IMPORTANTE: Per utilizzare questa guida è necessario aver installato Ubuntu Server senza l'opzione di installazione del server Samba.

SUGGERIMENTO: Se durante l'esperienza si dovessero trovare problemi di vario tipo, come il mancato funzionamento del server DNS, potrebbe essere necessario riavviare il servizio e/o la scheda di rete.


Installazione del server Samba

Preparazione delle macchine

Per prima cosa prepareremo la macchina che fungerà da server, impostando un indirizzo IP statico ad essa:


SuppaMan110.png


Installazione del server Samba

Installeremo il server Samba con il comando:

sudo apt-get install samba samba-common

SuppaMan111.png


Andranno inoltre installati alcuni pacchetti aggiuntivi, con il comando:

sudo apt-get install python-glade2 system-config-samba

SuppaMan112.png


Configurazione del server Samba

Modifica del file di configurazione

Ora elimineremo la configurazione di default del server Samba e la sostituiremo con la nostra, più semplificata. Per prima cosa elimineremo la vecchia configurazione, con il comando:

sudo rm /etc/samba/smb.conf

Ora creeremo un nuovo file, che useremo come configurazione, con il comando:

sudo touch /etc/samba/smb.conf

SuppaMan113.png


Andremo a configurare quel file con il comando:

sudo nano /etc/samba/smb.conf

SuppaMan114.png


Di seguito vi è una descrizione di ogni riga della configurazione:

#============ Impostazioni Globali ===================
[global]
workgroup = WORKGROUP#					(gruppo di lavoro dei PC che utilizzano il server)
server string = Samba Server %v				(commento associato dall'admin al nome del server)
netbios name = testSamba				(nome del server visualizzato in rete)
security = user						(accesso al server con login e password)
map to guest = bad user					(modifica impostazioni di accesso ospiti)
dns proxy = no						(non usare un server DNS)

#============ Impostazioni di sicurezza ==============
[secure]						(impostazioni di sicurezza)
path = /samba/secure					(percorso cartella da condividere)
valid users=@suppasamba					(nome del gruppo di utenti che ha accesso alla cartella)
guest ok = no						(non consente ai client di connettersi alla condivisione senza dover fornire una password)
writable = yes						(consente la modifica dei file nella cartella)
browsable = yes						(la cartella è accessibile agli utenti del workgroup "WORKGROUP")


Operazioni con utenti e cartelle

Ora creiamo un nuovo gruppo di utenti, con il comando:

sudo addgroup <nome_gruppo>

NB.: Non è consentito utilizzare lettere maiuscole.


SuppaMan115.png


Ora dobbiamo creare una cartella che verrà condivisa attraverso il server Samba e una sottocartella "secure" che aggiungere scopo. Poi assegneremo quella cartella al nostro utente, imposteremo determinati permessi sulla cartella da assegnare e aggiungeremo il nostro utente al gruppo creato per il server. Assegneremo poi una password per il server Samba per il nostro utente. Per far ciò ci posizioneremo nella cartella "/home" ed eseguiremo questi comandi:

sudo mkdir samba 	 	 	 	 	 (crea la cartella samba)
cd samba 	 	 	 	 	 	 (si sposta nella cartella samba)
sudo mkdir secure 	 	 	 	 	 (crea la cartella secure)
sudo chown -R <utente>:<gruppo> /samba/secure 	 	 (imposta qualcosa)
sudo chmod -R 0770 /samba/secure 	 	 	 (imposta permessi WERTYU per la cartella /samba/secure)
sudo adduser <utente> <gruppo> 	 	 	 	 (aggiunge un utente ad un gruppo esistente)
sudo smbpasswd -a <utente> 	 	 	 	 (assegna una password per l'accesso al server Samba per un determinato utente)

SuppaMan116.png


Occorre ora riavviare il server. Lo faremo con il comando:

sudo service smbd restart

SuppaMan117.png


Testeremo la nostra configurazione (con tutti i settaggi eseguiti dopo) con il comando:

sudo testparm

SuppaMan118.png


Test del server Samba

Ora, per testare il server Samba, possiamo provare ad accedervi. Prima però, controlliamo i file sul server con il comando

ls

SuppaMan119.png


Accesso al server Samba tramite esplora risorse di Ubuntu

Possiamo accedere al nostro server Samba tramite esplora risorse di Ubuntu cliccando sulla scritta "Connetti al server" della finestra:

SuppaMan120.png


Nella finestra che si presenterà inseriremo l'indirizzo per raggiungere il nostro server:

smb://<indirizzo_ip_server>

SuppaMan121.png


Una volta acceduti, clicchiamo sulla cartella "secure", in modo da poter inserire le nostre credenziali e acquisire i permessi per caricare file:


SuppaMan122.png

SuppaMan123.png


Entrati nella cartella, proviamo a caricare un file...


SuppaMan124.png


...e controllando la lista di file sul server, ora comparirà anche il nostro:


SuppaMan125.png


Accesso al server Samba tramite browser web

Testiamo ora la visualizzazione dei file da browser web. Basterà inserire lo stesso indirizzo usato per la prova precedente:

smb://<indirizzo_ip_server>

SuppaMan126.png


Verificando i file, notiamo la presenza del file caricato precedentemente:


SuppaMan127.png