Server DHCP Ubuntu 18.10

Da Wiki-itsos.

Situazione Iniziale

  • Ubuntu Server 18.10 (su macchina reale 1) e macchina reale 2
  • Virtualbox
  • Le macchine reali sono configurate in DHCP

Obiettivo

  • Installazione Ubuntu 18.10 su macchina virtuale che funge da server per macchina reale 1 e macchina reale 2

Svolgimento

  • Installazione Ubuntu Server 18.10 su VirtualBox (macchina reale 1)


1) Aprire Virtualbox, cliccare su macchina in alto a sinistra e premere su Nuova...

FirstV.png


2) Successivamente installare Linux

SecondV.png


3) Finita l'installazione cliccare impostazioni sul sistema operativo appena installato e recarsi su archiviazione, premere sul primo disco a destra di Controller: IDE e andate ad aggiungere il server
ThirdV.png


4) Poi recarsi su Rete e cambiare la scheda di rete in Scheda con Bridge

FourV.png


5) avviare la macchina virtuale, finita l'installazione digitare questi due comandi:

apt-get update
apt-get install isc-dhcp-server

6) E infine configurare le 2 macchine reali in DHCP. Per configurarle dobbiamo aprire il terminale e digitare questo comando:

sudo nano /etc/network/interfaces

e digitare :

auto eth0
iface eth0 inet dhcp



  • Installazione Server DHCP su macchina virtuale (macchina reale 1)

1) inizialmente dobbiamo rendere il server statico quindi entriamo in questo file digitando questo comando:

sudo nano /etc/netplan/50-cloud-init.yaml 

e immetiamo questo testo (attenzione usare la barra spaziatrice non TAB!):

network:
  ethernets:
     enp0s3: //immettere la giusta scheda di rete del server  
       addresses: [192.168.1.224/24] //esempio
       gateway4: 192.168.1.1 //esempio
       nameservers:
        addresses: [8.8.8.8,8.8.4.4] //esempio
       dhcp4: no
 version: 2

fonte: Apri

SevenV.png


salvato il file ricordatevi sempre di usare questo comando ogni volta che si modifica questo file

sudo netplan apply

2) Ora andiamo a modificare questo file digitando:

sudo nano /etc/default/isc-dhcp-server

qui dobbiamo semplicemente aggiungere la nostra schede di rete tra le parentesi di

INTERFACESv4="enp0s3" //esempio
FiveV.png

3) salvato il file entriamo in quest'altro file digitando:

sudo nano /etc/dhcp/dhcpd.conf

poi aggiungiamo (ricordarsi sempre di usare la barra spaziatrice non TAB!):

subnet 192.168.1.0 netmask 255.255.255.0 { // con subnet si indica la rete di appartenenza
  range 192.168.1.3 192.168.1.100; // questo è il range, il primo IP indica da quale IP partire invece il secondo indica il limite (esempio) 
  option subnet-mask 255.255.255.0; //esempio
  option routers 192.168.1.255; //esempio
  option broadcast-address 192.168.1.255; //esempio
  default-lease-time 600;
  max-lease-time 7200;

}

SixV.png

4) ora vi mostrerò dei comandi nel caso abbiate qualche passaggio Questo comando serve per controllare il gateway:

route -n

Questo comando server per vedere il DNS:

systemd-resolve --status

Questo comando ti fa vedere tutti gli errori possibili che hai commesso nel file /etc/dhcp/dhcpd.conf:

/usr/sbin/dhcpd -d -f

5) infine per avviare il server basta digitare questo comando:

sudo systemctl start isc-dhcp-server

e per vedere lo stato digitare:

sudo systemctl status isc-dhcp-server